Crea sito

Un bagno in un metro

Quante volte sei entrato atterrito in quei bagni così piccoli in cui i pezzi sanitari erano praticamente sovrapposti, ed il loro utilizzo destinato perlopiù ad abili contorsioniste cinesi?
Non è un difetto avere dei bagni piccoli, se ben organizzati. Probabilmente potrebbero essere addirittura considerati un valore aggiunto se ricavati, ad esempio, in prossimità delle stanze degli ospiti, se non è possibile l’inserimento di soluzioni alternative più ampie e attrezzate, o nei sottoscala, ottimizzando tutti gli spazi disponibili.
Indicarti delle dimensioni minime per ricavare dei bagni utilizzabili con giusto criterio logico, sarebbe molto indicativo poiché ogni soluzione deve essere analizzata di volta in volta e ritagliata sulle specifiche esigenze impiantistiche e funzionali del luogo. È però fondamentale saper scegliere i giusti sanitari, il resto verrà da se, o quasi. Per questo ti segnalo questo water. Indubbiamente siamo abituati a vedere nei bagni piccoli dei lavabi ad angolo. Ti sarà di certo capitato utilizzando i servizi di alcuni ristoranti, dove bisogna ottimizzare gli spazi per l’inserimento di più toelette, o semplicemente nelle stazioni di servizio o negli aeroporti. Ma forse non conosci i modelli di wc angolari: si tratta proprio di dimensioni minime, non per questo con effetto finale scomodo. Il wc va accostato a due pareti poste a 90°, in questo caso è profondo 50,5 cm e largo in tutto 37,5 cm, forse vale la pena munirsi di metro e correre in bagno a misurare i tuoi pezzi sanitari per fare il confronto.

Ottima soluzione per bagni molto piccoli, come questi che raffiguro in foto, con lato corto pari a circa 1 metro. Credi ancora di non poter trasformare quel secondo ripostiglio pieno di scartoffie nel bagno di servizio che manca?

Gianmarco Toscano è laureato in Product Design. È Home Stager, Home Styler e Agente Immobiliare. È presidente dell’Associazione professionale italiana di Home Styling. Ha ideato il servizio di planimetrie dipinte a china e acquerello fondando il sito www.planimetrie.net, diventato e-franchising nel 2018 con sedi in Catania, Milano, Monza, Roma e Berlino. Scrive per numerose testate giornalistiche in qualità di Design Expert e disegna oggetti d´arredo per conto di aziende e industrie del mobile, tra le quali Rapsel International, Artep Italia, RE.DA. Ha collaborato con Susanna Messaggio, Paola Marella, Tessa Gelisio e Diego Dalla Palma. Ed è proprio il Maestro Dalla Palma ad avergli scritto la prefazione del suo secondo libro ´UNCONVENTIONAL DESIGN´ ottenendo grandi consensi, tra cui Alessandro Mendini, Paola Marella e Roberto Carminati. Grazie alle competenze maturate, conosce bene il mondo della casa in tutte le sue sfaccettature. Gianmarco Toscano ama l’innovazione e in ogni spazio progettato è solito lasciare la sua firma attraverso dipinti e quadri da lui stesso realizzati, alcuni dei quali selezionati da Vittorio Sgarbi nella sua collezione privata. Il suo sito personale è www.gianmarcotoscano.it ([email protected])